Mostre e spettacoli

L’occhio del secolo: Henry Cartier-Bresson

Nella mostra attualmente in corso a Palazzo Grassi – Venezia – è possibile ammirare la Master Collection del più grande fotografo del ‘900 attraverso lo sguardo di cinque personalità dell’arte e della cultura, in un gioco di specchi che ci fa comprendere appieno l’impareggiabile forza evocativa di queste immagini.

“Le Grand Jeu” o “Master Collection” è il frutto di un colossale lavoro di cernita operata dallo stesso Henri Cartier-Bresson che, agli inizi degli anni ’70, dopo vent’anni d’intensa attività e migliaia di scatti e provini, sollecitato da amici e collezionisti individuò le 385 foto che a suo parere meglio rappresentavano la sua opera.

Questo corpus d’immagini è stato quindi sviluppato in sei set completi di stampe ai sali d’argento in formato 30 x 40, dando vita ad una collezione molto omogenea dal punto di vista formale, che è stata esposta per la prima volta nel 1974 a Houston. Tale omogeneità riflette il desiderio dell’artista di “rimescolare le carte”, ponendo tutte le fotografie sullo stesso piano.

Nella mostra attualmente in corso a Palazzo Grassi, Venezia, è possibile ammirare l’opera del grande fotografo francese attraverso lo sguardo di cinque personalità dell’arte e della cultura: il collezionista François Pinault, la fotografa Annie Leibovitz, lo scrittore Javier Cercas, il regista Wim Wenders e la conservatrice Sylvie Aubenas.

Ognuno di loro ha liberamente selezionato alcune delle immagini della Master Collection che considera più significative e ne ha curato l’esposizione, rimescolandole a proprio piacere e dando vita a cinque mostre indipendenti e totalmente diverse l’una dall’altra, che rappresentano un gioco di specchi tra la vita di ciascuno e l’opera dell’artista francese, facendoci comprendere appieno la forza e l’attualità di queste foto senza tempo.

Una mostra imperdibile che sarà possibile visitare fino al 20/03/2021. Per info e acquisto biglietti: Palazzo Grassi Campo San Samuele 3231, Venezia.